Il Consiglio dei Ministri ha impugnato il ‘Piano territoriale paesistico regionale’ sollevando ricorso  per conflitto di attribuzione dinanzi alla Corte Costituzionale nei confronti della Regione Lazio. Eravamo stati facili profeti nel ribadire più volte in aula che il Ptpr sarebbe stato impugnato, e così, purtroppo, è stato. Adesso è tutto da rifare con  il Lazio che  si ritrova senza piano paesistico, senza piano rifiuti, senza piano energetico. Un vero disastro. Non c’è stato un minimo di raccordo istituzionale tra Governo nazionale e regionale, cosa ancor più grave se pensiamo che il Pd  governa entrambi.  Zingaretti fa una pessima figura perché  da leader del suo partito e governatore del Lazio non è stato in grado di portare avanti un raccordo ‘politico’ visto che Franceschini è un ‘suo’ ministro e Valeriani un ‘suo’ assessore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>